La città che ama lo sport

Il piano per il diritto allo sport

Ruolo della nostra Amministrazione sarà quello di continuare a sostenere le realtà sportive del territorio tramite strumenti quali agevolazioni tariffarie per l’uso delle palestre scolastiche e patrocini, onerosi e non, a supporto degli eventi organizzati dalle stesse.

A questo impegno si aggiungeranno le attività di promozione come la Notte Bianca dello Sport e la Festa dello Sport, iniziative molto apprezzate dalla cittadinanza e utili per far conoscere quanto sia variegato ed articolato il panorama delle realtà sportive locali.

Infine, cosi come già sperimentato ad esempio con il Parabiago Paracycling, la nostra Amministrazione potrà – negli eventi di maggior richiamo – fornire un supporto diretto agli organizzatori.

Parallelamente a predetti impegni di carattere rituale per la semplice ragione che non hanno mai conosciuto, se non eccezionalmente, discontinuità, la nostra Amministrazione sperimenterà nel corso del mandato, dopo aver evidentemente reperito i mezzi finanziari occorrenti, l’introduzione di contributi ordinari a sostegno dell’attività sportiva praticata nel corso della stagione annuale di riferimento.

Tutte queste erogazioni che, prioritariamente, saranno indirizzate a favore delle fasce più giovani (under 16), saranno ufficializzate, con cadenza annuale, in un documento denominato “Piano per il diritto allo Sport” che darà concretamente evidenza dell’attenzione posta dalla nostra Amministrazione nei confronti dello sport locale.

 

PATTO PER LO SPORT

Se è vero che lo sport è volano di valori, è altrettanto vero che essi devono essere divulgati con ogni strumento possibile, considerati gli effetti benefici che essi producono nello spirito e nel corpo di chi li possiede.

La nostra Amministrazione è convinta che la loro diffusione passi anche per la conoscenza delle migliori esperienze e tradizioni locali che, per la verità, dovrebbero generare un moto di orgoglio in chiunque provi a cimentarsi nelle discipline che hanno visto il nome della città fregiarsi di allori e successi invidiabili.

Basti pensare a Libero Ferrario e a Giuseppe Saronni che hanno pedalato con successo verso l’iride, alla squadra di rugby incitata con il grido “Para” dagli spalti ed oggi militante nella serie A, a quella di calcio che negli anni più fulgidi era denominata il “piccolo Torino”, alle ginnaste che passando dalla palestra “Ugo Reina” al palazzetto di San Lorenzo non hanno mai smesso di conquistare titoli tricolori, alla squadra maschile di volley che ha disputato in passato diversi campionati di serie B e ai tennisti che la scuola del circolo locale ha forgiato a livelli cosi talentuosi da vincere tornei sparsi in tutta la penisola.

Conoscere, valorizzare atleti e squadre che hanno onorato lo sport locale a livello agonistico, significa conoscere storie nate e fatte in casa a suon di passione, di sacrifici, di infortuni e, finalmente, di vittorie.

Ai più giovani è importante trasmettere queste cognizioni perché essi abbiano modelli nostrani di riferimento nelle iniziali esperienze sportive.

In tal senso deve essere letta la scelta della nostra Amministrazione di realizzare il museo del ciclismo, ubicato in via Olona nella frazione di Villastanza, per la promozione di eventi e conferenze sulla storia sportiva parabiaghese.

Inoltre la nostra Amministrazione ha in serbo la volontà di promuovere il “Patto per lo Sport”, iniziativa rivolta a tutti gli stakeholder dello sport cittadino (società, dirigenti, allenatori, atleti, genitori) che si prefigge di realizzare un protocollo per la competizione sana, leale, caratterizzata dal rispetto dell’avversario e dalla quale sono banditi atteggiamenti che nulla hanno a che vedere con lo Sport.

Sarà necessario coinvolgere anche le singole Federazioni sportive ed Enti di promozione sportiva: un impegno non da poco, ma giustificato dal desiderio che ogni valore etico, sociale e immateriale sprigionato dallo sport possa incontrare una condivisione crescente fra addetti ai lavori e non.

Patto sport.png
 
Schermata 2020-08-27 alle 08.15.10.png

LUOGHI DELLO SPORT

Credere nei valori dello sport, promuovere eventi sportivi e raccontare le migliori gesta degli atleti locali sono sforzi che non avrebbero molto senso se la nostra Amministrazione non avesse a cuore, contemporaneamente, la riqualificazione dei luoghi e dei siti in cui si insegnano e si praticano le diverse discipline.

Al riguardo tanto è già stato fatto dalla nostra Amministrazione, ma molto ancora deve essere realizzato.

Negli scorsi cinque anni un’attenzione prioritaria è stata posta sulle strutture sportive con importanti investimenti che hanno visto mutare il volto di diversi luoghi in cui va in scena lo sport cittadino (si citano ad esempio il rifacimento dei manti erbosi, da naturale in sintetico, del campo principale dello stadio calcistico sito in viale Marconi e di quello secondario dell’impianto per il gioco del rugby).

Ma non solo, è stata anche coltivata con successo l’opportunità di creare nuovi luoghi nei quali dedicarsi allo sport con modalità meno convenzionali e, quindi, alla cura del proprio corpo: si rammentano, al riguardo, le tre postazioni fitness e l’area ludica di via Grossi.

Aumentare l’offerta di spazi in cui poter liberamente ed autonomamente svolgere pratiche sportive sarà un altro punto fermo per la nostra Amministrazione perché si vorrebbe consentire ad ogni cittadino, nel proprio tempo libero, di dare sfogo alle proprie energie fisiche: i parchi cittadini, l’alzaia del Canale Villoresi ed i parchi del Roccolo e dell’Olona sono ideali palestre a cielo aperto se opportunamente attrezzate.

Nei prossimi cinque anni la nostra Amministrazione proporrà anche soluzioni tese ad ampliare le possibilità di fruizione delle strutture esistenti: la riqualificazione delle aree interne dello stadio civico di viale Marconi è un’azione già in corso e così pure, altra iniziativa avanzata, è il completamento della sala polivalente presso lo stadio di via Carso; è, invece, in fase di studio la rivisitazione degli spazi del Centro Sportivo Rancilio di viale della Repubblica e così pure si valuterà come rendere più attrattivo il centro natatorio: nello specifico la nostra Amministrazione ha in animo di realizzare degli scivoli ludici, di potenziare l’attività di somministrazione di cibi e bevande, creando così un polo per il divertimento e l’intrattenimento di grandi e piccini, e di attivare gli occorrenti presidi per promuovere eventi estivi serali a bordo vasca.

 

25 AGOSTO 2023

Venerdì 25 agosto 2023 sarà un giorno memorabile per Parabiago perché saranno trascorsi cento anni esatti dalla vittoria di Libero Ferrario, primo ciclista italiano ad indossare la maglia di campione del mondo, grazie ad una prova superlativa chiusa a braccia alzate a Zurigo.

La nostra Amministrazione è intenzionata a ricordare con grande calore e con forte affetto questo atleta, autentica icona dello sport parabiaghese, come è giusto che sia quando si è al cospetto di esseri umani che hanno compiuto imprese sportive così memorabili da essere tramandate di generazione in generazione proprio per la loro dimensione storica.

Verrà nominato appositamente e con il necessario anticipo un comitato che avrà il compito prima di elaborare più proposte da sottoporre alla nostra Amministrazione e poi di gestire quelle che verranno individuate per costituire un calendario di eventi che si susseguiranno nel corso dell’anno.

Saranno momenti in cui la comunità sportiva e non solo sarà chiamata a condividere una vittoria diventata epica anche per la prematura dipartita dell’autore.

Ricordare è insegnare, ricordare è godere di una giusta fierezza, ricordare è avere rispetto del passato.

IMG_0126.jpg
 
  • Black Facebook Icon
  • Black Instagram Icon