Parabeeago: un cocktail a Km0 per salvare le api.


Progetto del giovane barman parabiaghese Gabriele Tammaro che partecipa al concorso nazionale World Class Competition.


Comunicato stampa del 17 febbraio 2021


Ottiene anche il patrocinio del Comune di Parabiago il progetto “Parabeego” di Gabriele Tammaro, il barman che ha ideato il cacktail a km0 riuscendo a creare una rete di collaborazione con i produttori locali. Ma di cosa si tratta?


Diageo è leader mondiale nella produzione di bevande alcoliche, ogni anno istituisce la World Class Competition, selezionando i migliori Bartender in Italia, che si sfidano attraverso molteplici prove, fino ad avere il vincitore nazionale che andrà a competere a livello mondiale. Quest' anno sono stati selezionati 50 bartenders attraverso una prima selezione ed ora affrontano il challenge "Bee Positive”. Il tema principale è la moria delle api con le conseguenze economiche ed ambientali.


Obiettivo della gara è creare un cocktail "local" con ingredienti a km0 e due produttori locali, uno di essi produttore di miele e/o derivati, con un raggio massimo d'azione di 7km (distanza massima percorsa da un'ape). Il distillato selezionato è la Vodka Ketel One (di proprietà di Diageo). Oltre al cocktail, si fa focus sul concetto di Alveare, ovvero creare un progetto che supporti una community locale, un qualcosa che leghi produttori, cocktail e tema principale.



“Il mio cocktail, che si chiama come il progetto Parabeeago –spiega Gabriele Tammaro, ideatore e partecipante al concorso- è interamente prodotto con ingredienti a km0, recuperati quasi interamente a Parabiago (solo uno a Villa Cortese), senza sprechi, prodotti chimici o procedure complesse. Il progetto parte dalla moria delle api e da qui l’idea di sensibilizzare attraverso la produzione locale di un cocktail accattivante e piacevole al palato. Un grazie sincero a chi ha creduto e collaborato a questa mia idea.”.


Il Cocktail ha due ingredienti: la Vodka e il "Country Cordial". Il Cordiale è composto da un Metodo Classico Rosè (prodotto dalla Fondazione Cova di Villa Cortese) con un'infusione di melissa, timo limone e alloro (della Ortofloricoltura Provini di Parabiago) con aggiunta di Aceto di Mele (Fondazione Cova) addolcito con miele di Tarassaco (apicoltura Andreazza).

Come decorazione il cocktail ha una polvere sfumata, alla base composta dagli aromi (melissa, timo e alloro) e vicino al bordo, dal polline (Andreazza), in modo tale che gli aromi stimolino anche l’olfatto e il cocktail venga gustato con più sensi. Il polline su un lato del bicchiere arricchisce gusto, profumi e vista.



Il progetto Parabeeago è frutto della collaborazione tra produttori locali e barman ed è patrocinato dal Comune, Pro Loco e Avis della Città di Parabiago, oltre che da Radio Delta International.


Inoltre, la finalità è ambientale e di sensibilizzazione all’indispensabile sopravvivenza delle api attraverso la campagna sul sito di Greenpeace www.salviamoleapi.org il quale permette di:

· di ampliare la conoscenza sul problema della moria delle api

· conoscere e piantare fiori e piante casalinghe che aiutano ad aumentare l'impollinazione

· firmare una petizione che permette l'eliminazione di pesticidi e prodotti chimici nocivi per le api

· fare una donazione volontaria per supportare il progetto.


“Abbiamo condiviso in Giunta questa idea e ci è piaciuto molto il coinvolgimento delle realtà territoriali e delle associazioni -afferma l’Assessore alle Politiche Sociali Elisa Lonati- speriamo diventi con il tempo un prodotto DeCo, nel frattempo ci auguriamo che il progetto Parabeego ottenga un ottimo risultato!”:


“I nostri complimenti a Gabriele Tammaro che ha pensato alle risorse del nostro territorio e a valorizzare i nostri prodotti per svilupparne uno nuovo –dichiara il Sindaco Raffaele Cucchi- Il suo progetto è assonante a quanto come Amministrazione stiamo portando avanti in termini di prodotti a marchio DeCo ed economia circolare. Perciò ben vengano nuovi progetti, soprattutto se aiutano a sensibilizzare tutti al tema della sostenibilità ambientale nell’ottica di un miglioramento della qualità di vita e di salute. Gabriele ha passato la prima selezione nazionale arrivando tra i primi 50, un grande in bocca al lupo a nome della città nel raggiungere un buon punteggio e classificarsi bene al World Class Competition!”.


0 visualizzazioni0 commenti