Untitled

Comunicato stampa del 13 aprile 2021


Grazie alla generosità degli agricoltori parabiaghesi, il Circo Kino potrà foraggiare i propri animali nei prossimi mesi.


I

l Circo Kino è fermo e inattivo dallo scorso ottobre a causa della sospensione degli spettacoli per le misure in corso al fine di contenere la pandemia. Il suo destino è molto simile a tutti i teatri, cinema ed eventi pubblici sospesi per evitare assembramenti di pubblico, ma questo comportano sofferenza e sacrificio da un punto di vista economico, con l’aggravante della cura e del mantenimento degli animali. In loro soccorso sono intervenuti gli agricoltori della Città di Parabiago, in particolare Manuel Bongini che, questa mattina, si è recato con il proprio trattore presso il Circo per donare alcuni covoni di paglia e di fieno per foraggiare gli animali. Riconoscenti per il gesto, i domatori Nelson Zampella, Luke Franchetti e l’equilibrista, nonché anche Clown, Justin Cavagna e… gli animali del Circo tra cui i due giovani capretti nati da poco.

Presso il Circo Kino vivono tra molti animali: tre dromedari siberiani, leonesse e tigri con due giovanissimi cuccioli, uno struzzo vanitoso, ma soprattutto il leone Achille! Ognuno ha un nome e ognuno una storia e una cura quotidiana.



“La situazione di difficoltà economica che sta vivendo il Circo Kino accomuna molte attività dello spettacolo -dichiara il Sindaco Raffaele Cucchi- La sospensione delle attività pubbliche all’interno di teatri, cinema, sale conferenze sta, infatti, mettendo a dura prova queste realtà che hanno potuto riaprire solamente nei mesi estivi del 2020. La situazione del circo presenta, però, un aggravante per la presenza degli animali che richiedono costanti cure, ma soprattutto hanno bisogno di essere sfamati. Si pensi solamente alla quantità di carne necessaria per foraggiare leoni e tigri per esempio. Per fortuna almeno per quanto riguarda gli erbivori, i nostri agricoltori sono intervenuti in loro soccorso donando paglia e fieno che serviranno a coprire il bisogno fino all’apertura, si spera, tra qualche mese. Un ringraziamento a Manuel Bongini che dimostra ancora una volta di saper cogliere e rispondere al bisogno di altri.”.