Sicurezza

2 TAVOLO.JPG

TAVOLO TECNICO PER LA SICUREZZA STRADALE

Il tavolo Tecnico per la Sicurezza Stradale è nato a gennaio 2020 e vede impegnati il Sindaco, l'Assessorato ai Lavori Pubblici, l'Assessorato alla Sicurezza. 

Obiettivi:

·      Raccolta dati incidentalità per valutare le azioni da mettere in atto per migliorare la sicurezza stradale nelle zone più a rischio;

·      Valutazione dell'impatto sulla sicurezza stradale delle infrastrutture esistenti e di quelle su cui sono state apportate modifiche; 

·      Individuazione di quegli elementi tipici del sito (geometria, segnaletica, flussi veicolari, ecc.) che possono rappresentare fattori di rischio; 

·      Analisi preventiva in fase di progettazione per valutare le criticità relative alla sicurezza stradale; 

·      Interventi per la messa in sicurezza delle uscite carrabili rispetto alle piste ciclabili, sia con segnaletica orizzontale che verticale

·      Analisi della viabilità e della segnaletica stradale nelle zone con la più elevata incidentalità; 

·      Analisi di tutti gli elementi caratterizzanti l’infrastruttura stradale sia essa in progetto o in esercizio (analisi preventiva di sicurezza), al fine di identificare i problemi di sicurezza attuali o futuri e di predisporre gli interventi e le azioni per la mitigazione del livello di pericolosità. 

Il Tavolo, che si è riunito una volta al mese a partire dallo scorso gennaio, è uno strumento fondamentale per la sicurezza delle nostre strade e ha già permesso, attraverso il confronto tra chi le costruisce e chi le controlla, di mettere in sicurezza alcune aree che dai dati della Polizia Locale risultano ad elevata incidentalità. E' ancora molto il lavoro da fare e che intendiamo portare avanti con sempre maggiore competenza e in conformità alle direttive europee in materia di Sicurezza Stradale.

Elaborazione di un piano di rivisitazione degli interventi sulla viabilità cittadina, al fine di verificare la necessità di mantenere gli obblighi intervenuti nel tempo, oppure procedere ad una diversa scelta e opportunità.  ( si pensi ad esempio a divieti di sosta ora non più necessari, a zone a disco orario non più motivabili, a parcheggi riservati non più operativi e altre cose di questo tenore). 

Detto piano è necessario e si intende svilupparlo nel prossimi triennio. 

EDUCAZIONE STRADALE

Il Tavolo Tecnico è uno strumento fondamentale per migliorare la sicurezza delle infrastrutture, ma non può essere da solo sufficiente a raggiungere l'obiettivo europeo di riduzione delle Vittime del 50% entro il 2030 e a 0 entro il 2050. Anche con le infrastrutture più sicure del mondo possono verificarsi sinistri se il comportamento degli utenti della strada è scorretto. Ecco perché, come già abbiamo iniziato a fare negli scorsi anni con le scuole di ogni ordine e grado, è fondamentale insistere sull'educazione stradale estendendo gli interventi a tutti i cittadini patentati. 

Si intende pertanto organizzare:

·      Giornate di Educazione Stradale per le scuole e per la città;

·      Collaborazione tra Scuole Guida e Polizia Locale per attività di sensibilizzazione in particolare verso la guida in stato alterato;

·      Campagne di sensibilizzazione a una guida corretta e sicura, anche di forte impatto; 

·      Partecipazione alle giornate internazionali per la Sicurezza Stradale (come per esempio abbiamo fatto lo scorso novembre, partecipando alla Giornata Mondiale per le Vittime della Strada con le installazioni in Piazza Maggiolini, la proiezione gratuita del film Young Europe e sessioni di Educazione Stradale;

·      Eventi di guida sicura che coinvolgono la città in spazi aperti.

sicurezza-vittime-della-strada-parabiago
 
 
IMG_3015.jpg

LEGALITA' E SICUREZZA

La Sicurezza Urbana - e cioè il bene pubblico che garantisce la vivibilità degli spazi comuni e il decoro della città - necessita di una serie di interventi in parte già in fase di avvio:

·      garantire un aggiornamento costante degli strumenti in dotazione alla Polizia Locale per il controllo del Territorio dotando il Corpo di mezzi all’avanguardia in grado di garantire interventi maggiormente efficaci e un controllo più capillare del territorio;

·      Proseguire con il costante aggiornamento e con l’integrazione dell’impianto di video sorveglianza della città che già oggi conta 122 telecamere, di 46 targasystem. Intendiamo istituire l’Anagrafe Telecamere (come fatto a Milano) per inserire nella rete di videosorveglianza a disposizione delle Forze dell'Ordine, le telecamere private che riprendono aree esterne aperte al pubblico, affinché gli operatori di Polizia abbiano l'immediata certezza di poter controllare le telecamere nei luoghi ove avvengono infrazioni e reati;

·      Promozione del rispetto della legalità con campagne di sensibilizzazione e manifestazioni culturali (con nomi noti della lotta all'illegalità), ma anche attraverso iniziative di dissuasione di ogni forma di condotta illecita, comprese l'occupazione arbitraria di immobili e la prevenzione dei comportamenti che turbano il libero utilizzo da parte di tutti i cittadini degli spazi pubblici;

·      Promozione del rispetto del decoro urbano, portando avanti con maggiore forza le diverse collaborazioni con la cittadinanza già poste in essere durante l'attuale mandato (CDV, ecc.) e implementandole con una forma di premialità per chi contribuisce a far rispettare il bene pubblico;

·      Adottare ordinanze dirette a superare situazioni di grave incuria e a tutela della tranquillità e il riposo dei residenti, anche con interventi in materia di orari di vendita e di somministrazione di bevande alcoliche e superalcoliche, come previsto dal d.lgs. 267/2000;

·      proseguiremo con l’organizzazione di momenti di confronto e di formazione gratuiti per la cittadinanza, con la collaborazione della Polizia Locale, dei Carabinieri e delle Associazioni presenti sul territorio, per: truffe, primo soccorso sanitario, gestione dell’emergenza da calamità naturali, bullismo, dipendenze, reati informatici, stalking, usura, violenza familiare.

Si intende inoltre dare corso all'aumento dell’organico in servizio presso il corpo di Polizia Urbana per cercare di raggiungere il numero di agenti necessari per attivare il terzo turno serale in modalità continua.

Inoltre in seguito alla realizzazione del nuovo progetto presso il nuovo edificio a “ponte” ed il contestuale trasferimento della biblioteca civica potrà procedere alla sistemazione dell’edificio di via Brisa nella nuova sede della Polizia Locale che si verrebbe a trovare al centro della vita sociale della nostra comunità. 

 

VIOLENZA DOMESTICA

La violenza domestica è un fenomeno che procura grave allarme sociale, spesso silenzioso nel suo verificarsi in quanto si esplicita all'interno delle mura domestiche, senza lasciare necessariamente segni evidenti all'esterno. Così come non sempre è riconosciuta come tale dalle stesse Vittime, più spesso donne, ma non solo. E' infatti ormai noto che anche gli uomini possono essere vittime di violenza all'interno delle relazioni intime, così come lo sono i bambini e gli anziani. E' pertanto di vitale importanza informare la cittadinanza di ogni genere ed età rispetto alle dinamiche delle varie forme di violenza, attraverso il regolare svolgimento di eventi informativi, affinché le Vittime possano riconoscersi come tali e avviare il percorso di uscita dalla relazione malata. Pertanto, come già cominciato a fare nell'attuale mandato, non ci limiteremo dunque solo ad attuare azioni di prevenzione e contrasto alla violenza contro le donne, ma si muoverà a 360 gradi per la tutela di chiunque (indipendentemente dal genere) viva una relazione sentimentale o affettiva che procura ferite psicologiche o fisiche, in grado di violare i diritti umani e costituzionalmente tutelati, all'integrità psicofisica, alla salute e alla vita. 

Intendiamo pertanto promuovere:

·      Eventi formativi sulla Violenza Domestica con esperti di provata competenza in materia e non ideologizzati, ovvero in grado di riconoscere che la violenza domestica non colpisce solo le donne;

·      Eventi culturali sull'Amore per ragazzi e adulti, con esperti in grado di definire, fin dove possibile, il modo più sano di vivere una relazione amorosa e affettiva;

·      Corsi di autodifesa gratuiti per le donne dai 16 anni in su, in quanto fisicamente più fragili;

·      Servizio di Counseling gratuito su suggerimento dei Servizi Sociali per le persone che si trovano in relazioni conflittuali o attraversano il difficile momento della separazione e del divorzio;

·      Compilazione di un Elenco di Associazioni di tutela delle Vittime di ogni genere ed età su tutto il territorio regionale, e servizio di ascolto e orientamento;

·      Partecipazione alle Giornate internazionali con eventi informativi e di sensibilizzazione rispetto alle seguenti tematiche: pedofilia, bullismo e cyber bullismo, violenza alle donne, tutela degli uomini e dei ragazzi, violenza assistita, violenza contro gli anziani.

 

I PARCHEGGI NEL CENTRO e la viabilita'

Il progetto di rigenerazione del centro cittadino passerà sicuramente attraverso le nuove norme della Variante Generale al Piano di Governo del Territorio che permetteranno la sostituzione dei fabbricati edilizi esistenti con immobili adeguati ai tempi odierni. 

Ma tutto ciò non sarà sufficiente per conseguire una riqualificazione complessiva del centro cittadino, in quanto risulterà necessario affrontare anche il tema degli spazi pubblici e, soprattutto, dare completa attuazione al percorso avviato di progettazione del sistema dei parcheggi pubblici a corona del centro storico.

Solo in tal modo si potrà garantire la sostenibilità della riqualificazione complessiva di Piazza Maggiolini e di tutto il centro storico, tenuto conto del fatto che esso è già stato collegato ad una rete di piste ciclabili che offrono una accessibilità alternativa a quella veicolare.

Un progetto che la nostra Amministrazione intende sviluppare sarà quello dello “smart parking” che permetterà di mappare in tempo reale la disponibilità di parcheggi liberi su tutto il territorio comunale per facilitare l’accesso da parte degli automobilisti ai servizi e di ridurre i tempi di manovra per chi è in cerca di un’area di sosta.

Inoltre, più in generale, occorrerà proseguire i lavori di riordino dei marciapiedi e di abbattimento delle barriere architettoniche, dopo che in questi cinque anni la nostra Amministrazione ha investito quasi 11 milioni di euro per la riqualificazione e la messa in sicurezza delle strade cittadine.

Così pure in tema di viabilità la nostra Amministrazione affronterà – tenuto conto del fatto che nell’arco del mandato precedente si è intervenuti con la realizzazione di rotatorie nei punti più nevralgici del traffico cittadino ed a rischio di incidentalità, quali via Po/viale Lombardia - via Fermi/viale Lombardia - via Amendola/viale Lombardia - via Arluno/viale della Repubblica – le problematiche connesse con gli incroci che risultano essere maggiormente pericolosi come quello ubicato in frazione San Lorenzo tra la Strada Statale del Sempione e le vie Benedetto Croce e Corridoni.

Ultimo tema, ma non certo per importanza, che la nostra Amministrazione si prefigge di affrontare è costituito dall’esigenza di rendere sistematico il senso unico alternato sul ponte di via Vela con l’installazione di un semaforo intelligente.

 
  • Black Facebook Icon
  • Black Instagram Icon